Codici doganali e dazi: tutto ciò che c’è da sapere
Redazione

Codici doganali e dazi: tutto ciò che c’è da sapere

Codici doganali, dazi e documenti per l'importazione

Codici doganali e dazi step by step

Per comprendere l’importante ruolo di codici doganali e dazi doganali all’interno di un’attività di import, è necessario fare un passo indietro e scoprire il significato anche di tutti gli altri termini ad essi connessi. Leggi la nostra guida!

 

Dogana e dazi doganali

La “dogana” è l’autorità responsabile dei flussi di beni che entrano ed escono dal territorio di un determinato Paese. Essa applica le leggi e i regolamenti nazionali in materia di import-export e riscuote i diritti doganali.

L’Unione Doganale, abolendo le frontiere tra gli Stati dell’Unione Europea nel 1968, ha così garantito la libera circolazione delle merci e revocato l’obbligo per gli Stati membri di pagare i dazi doganali. Il dazio doganale è un tributo che si paga alla dogana e si applica a tutti i beni importati e, in alcuni casi, anche a quelli esportati.

Per quanto riguarda General Marketing, la maggior parte degli articoli presenti sul nostro store viene importato dalla Cina, Medio Oriente e sud-est asiatico. Per questo motivo, il nostro team di esperti professionisti conosce approfonditamente tutte le regole doganali che riguardano ciascun mercato d’origine, con particolare riguardo a quello cinese.

codici importazione dogana

 

Codici doganali

Per far fronte all’ampia tipologia di merci che transita alla dogana, è stato creato un codice doganale, ossia una voce numerica che identifica univocamente uno specifico prodotto su scala internazionale. È proprio grazie a questa nomenclatura doganale che i prodotti possono transitare da un Paese all’altro, sempre accompagnati dalle relative bolle doganali.

Identificare le merci attraverso i codici doganali facilita il riconoscimento della merce e consente di applicare correttamente le tasse (il pagamento dei dazi di importazione è richiesto solo per i prodotti importati ed esportati tra Paesi al di fuori dell’UE, ovvero non si applica allo scambio di merci all’interno dell’UE stessa) al momento del passaggio in dogana. La convenzione al momento in vigore prevede uno standard, “Sistema Armonizzato”, in cui è possibile trovare tutti i codici armonizzati che descrivono le merci.
Se la merce importata circola all’interno dell’Unione Europea, ogni Stato membro attribuisce un codice EORI a tutti i soggetti stabiliti sul proprio territorio e ai soggetti dei Paesi Terzi che per la prima volta effettuano un’operazione rilevante ai fini doganali. Il codice EORI è un numero di registrazione e identificazione utile per monitorare e tracciare le spedizioni all’interno dell’Unione Europea.
Importare merce da un Paese straniero, come puoi capire, non è impossibile ma neanche semplicissimo: richiede infatti la conoscenza di normative e adempimenti fondamentali per la corretta gestione di tutte le operazioni doganali. Affidarti a noi è indubbiamente la scelta migliore: ci occuperemo di tutto, e tu non dovrai pensare a nulla.

 

Sdoganamento

Se all’interno dell’Unione Europea le merci circolano liberamente, ma sono super sempre tracciate dai servizi Intrastat, per tutte le merci provenienti da Paesi extra UE è necessario il passaggio alla dogana e il pagamento dei dazi importazione.
Lo sdoganamento, quindi, non è altro che lo svincolo delle merci in dogana, e questo è possibile adempiendo determinati obblighi fiscali, documentali e di conformità.

tablet in mano per codice doganale

 

Dichiarazione doganale

La dichiarazione doganale è un documento contenente informazioni relative alla natura delle merci, al loro valore, al destinatario e alla destinazione finale. Si tratta di un documento doganale obbligatorio, il quale deve accompagnare tutte le merci correttamente autorizzate.

 

T1

Il T1 (Testo Unionale Esterno) è un documento informatico, emesso da una dogana, che viene utilizzato quando si deve spostare una spedizione non comunitaria da un punto all’altro dell’Unione Europea, senza dover riscuotere i diritti doganali.
Questo documento si rivela particolarmente utile quando il porto di sbarco comunitario è lontano dalla sede del ricevente. La merce potrà infatti percorrere il restante tragitto ed essere sdoganata più vicina possibile al luogo di destino. I maggiori vantaggi in termini di costi e tempi di sdoganamento si ottengono nel caso in cui il luogo di destino è anche “deposito doganale”.

 

Incoterms

Gli Incoterms sono una raccolta di termini e regole, codificati universalmente, utili per interpretare in modo univoco i termini commerciali di consegna delle merci. Non si tratta di una legge internazionale per cui utilizzarli come punto di riferimento è facoltativo, ma indubbiamente facilitano gli scambi commerciali.

Gli Incoterms determinano:

- chi paga il trasporto nel tratto principale e per tutte le altre operazioni accessorie;
- in quale punto avviene la consegna della merce e in che modo;
- il punto in cui avviene il passaggio del rischio, il quale non sempre coincide con il punto di consegna.

 

Importare è difficile? A te ci pensa General Marketing

Se dopo questo articolo pensi che importare non sia facile… non ti diamo tutti i torti.
Per questo, ti lasciamo con un suggerimento: per tuoi ordini, lascia fare tutto a noi. General Marketing è un’azienda esperta nell’importazione di articoli da oltre 40 anni, conosciamo approfonditamente codici doganali, dazi, nomenclature e tutto ciò che è necessario per importare merce dall’estero senza pensieri.

Tu scegli nel nostro e-commerce tra migliaia di articoli sempre nuovi, di qualità e a prezzi convenienti. Personalizzali a seconda delle tue esigenze. E all’importazione ci pensiamo noi.

Scopri di più direttamente sulla pagina dedicata!

Print
157

Categorie

Articoli recenti

Regole Green Pass, i dpi dispositivi di protezione individuale in azienda

Regole Green Pass, i dpi dispositivi di protezione individuale in azienda Read more

Innanzitutto una premessa: l’articolo di questo blog non può, né vuole sostituirsi agli organi ufficiali preposti, e dunque qualunque informazione va verificata in base a eventuali nuovi DPCM e direttive del governo e del Ministero della Salute, in base all’andamento della curva epidemiologica, alle scelte di misure contenitive e all’utilizzo dei dpi dispositivi di protezione individuale che il Consiglio dei ministri, Parlamento o Regioni adotteranno.

La prevenzione da Covid-19 in ufficio e nei luoghi di lavoro

La prevenzione da Covid-19 in ufficio e nei luoghi di lavoro Read more

La prevenzione da Covid-19 in ufficio e nei luoghi di lavoro non è di certo “passata di moda” con l’allentarsi delle misure da Covid-19, tutt’altro, come abbiamo avuto modo di dire molte volte, la guardia dovrà rimanere alta perché i contagi non tornino ad aumentare.

Smart Working – tutti i prodotti indispensabili

Smart Working – tutti i prodotti indispensabili Read more

In questo articolo vedremo gli strumenti e i gadget indispensabili per essere più produttivi anche lavorando da casa: prodotti che l’azienda può mettere a disposizione dei propri dipendenti in smart working per aiutarli nelle loro attività quotidiane.

Importazioni mascherine anti Covid-19 in Europa: Italia al terzo posto

Importazioni mascherine anti Covid-19 in Europa: Italia al terzo posto Read more

Crescono le importazioni di mascherine anti Covid-19 in Europa e in particolare in Italia, secondo la classifica stilata da Eurostat, il nostro Paese si posiziona terzo con una cifra che si prevede possa aggirarsi intorno ai 1,750 miliardi di euro nei primi sei mesi del 2020. Vediamo nel dettaglio.

1234567